• lunedì: 9:00-20:00
    • martedì: 9:00-20:00
    • mercoledì: 9:00-20:00
    • giovedì: 9:00-20:00
    • venerdì: 9:00-20:00
    • sabato: 9:00-20:00
    • domenica: 9:00-20:00

Tappo a Vite

Invito ospiti a cena e metto in fresco 2 bottiglie di vino bianco pregiato. Amo cucinare il pesce e l'abbinamento con il vino è fondamentale per esaltare gusti ricercati e raffinati.

La prima bottiglia: tappo clamoroso!

La seconda bottiglia: tappo clamoroso!

Di seguito alcune note di un produttore:

La cosa che però ho trovato più interessante è la degustazione del Riesling 2011 tappo sughero paragonata con la stessa annata tappata con 5 diversi tappi a vite. Uno studio/comparazione che si è rivelato illuminante. La diversità dei tappi a vite nasce dalle guarnizioni interne che consentono un maggiore o minore tasso di permeabilità, scientificamente costante e permettono al produttore di scegliere e condizionare il tipo di affinamento che vuole concedere al suo vino.

La gradazione dei tappi era la seguente:

0.00 completamente stagno, il vino in bottiglia era praticamente lo stesso del giorno dell’imbottigliamento, eterno. Note indiscutibili di freschezza molto accentuata, frutto e sapidità.

0.10 Da qui in poi i vini sono andati crescendo regalandoci note agrumate, con freschezza e sapidità

0.30 Il mio preferito, perché comincia ad aprirsi all’idrocarburo, ma mantiene un’acidità precisa e tagliente.

0.50 Le caratteristiche sono simili, ma leggermente ammorbidite.

0.70 Un vino con note di agrumi, idrocarburi evoluto e molto aperto che molti di voi conosco già perché corrispondente a quello in sughero

Quello dei Pelz è un gran bello studio che nei prossimi anni con buona certezza li porterà ad ampliare l’utilizzo di questa tecnica. A conti fatti mi sembra una scelta sensata e molto interessante dal punto di vista qualitativo dei vini prodotti.

Li ringrazio perché questi assaggi mi hanno permesso di sfatare in forma scientifica tanti luoghi comuni su una nuova tecnologia che garantisce risultati molto interessanti.